Il Team West vince l’All Star Game 2011

Festa doveva essere e festa è stata. Spettacolo ed emozioni fuori e dentro il campo con un gran pubblico a gremire le tribune dello stadio del baseball della Faustina di Lodi e due squadre capaci di giocare un incontro di ottimo livello tecnico con alcune individualità di livello decisamente assoluto come il lanciatore sanremese Paolo “Wild Thing” Brezzo, vincitore del premio come miglior giocatore della manifestazione, ed il dominicano degli Albisole Cubs Carlos Burgos Perdomo autore di un’ottima gara. Alla fine di 9 entusiasmanti inning è stata la squadra del Team West, guidata dalla leggenda del baseball venezuelano Luis Lunar, ad avere la meglio sul Team East di Maurizio “Jimmy” Calzone con il punteggio di 19 a 12. Gli organizzatori della Northwest League non potevano chiedere nulla di meglio per l’All Star Game celebrativo della stagione 2011.

Parte bene il Team East che al primo inning, con Ruben Moya Soriano (Albisole Cubs) sul monte di lancio, tiene a zero il Team West e nel proprio attacco sfrutta una incertezza difensiva per segnare il punto dell’ 1 a 0. Al secondo inning le cose prendono però decisamente la strada in favore del Team West, il lanciatore Paolo Brezzo (Sanremo Sharks) è intoccabile mentre Ruben Moya, poco aiutato dalla difesa ma anche in una giornata non certamente delle migliori, concede 6 punti. Al terzo inning le cose non cambiano, Paolo Brezzo continua a mietere eliminazioni al piatto mentre il cambio sul monte di lancio del Team East tra Ruben Moya ed Emanuele Pena non da i risultati sperati con il Team West che segna altri 6 punti e porta il parziale sul 12 a 1. La situazione non cambia di molto negli inning successivi con Umberto Bignoli (Cairo Wild Ducks) bravo a tenere a bada le mazze avversarie fino al quinto inning e Marco Tomasoni (Old Brutos Lodi) che riesce finalmente a frenare gli attacchi del Team East ed il parziale che va sul 13 a 4 per il Team West. Tra la sesta e settima ripresa il Team East, sfrutta il cambio di lanciatore del Team West con Giovanni Arieta (Sanremo Sharks) che sostituisce il bravo Bignoli, ed abbozza una timida rimonta portandosi sull’ 8 a 16. Nelle ultime due riprese il Team West, supportato sul monte di lancio da un ottimo Elizier Volquin (Vercelli Angels) chiede però tutte le speranze di un aggancio al Team East allungando prima sul 19 a 8 e resistendo poi all’ultimo attacco dei ragazzi di Jimmy Calzone concedendo i quattro punti che hanno fissato lo score finale sul 19 a 12.

Per i vincitori del Team West da sottolineare, oltre alla prova stratosferica del lanciatore sanremese Paolo Brezzo (3 IP, 10 K e 2 sole battute valide concesse), la buona partita del ricevitore dei Savona Mariners Edy Castro Lopez e del terza base dei Vercelli Angels Rami Vasquez anche se a detta di tutti i presenti l’intera squadra guidata da Luis Lunar si è espressa su livelli eccellenti. Micidiale la rotazione dei lanciatori proposta dal Team West con Paolo Brezzo, Umberto Bignoli, Giovanni Arieta e Elizier Volquez. Per il Team East, che ha giocato decisamente al di sotto delle sue potenzialità, da segnalare l’ ottima la partita di Carlos Burgos (Albisole Cubs) e dei lanciatori Marco Tomasoni (Old Brutos Lodi) ed Emanuele Pena (Cernusco Bulldogs).

Di grande soddisfazione il commento di Livio Caponi, uno degli organizzatori “Il tempo per fortuna ci ha dato tregua e ha permesso di disputare davvero un bell’evento, a dimostrazione che la formula della NWL è capace di regalare delll’ottimo baseball”. “Il baseball è vivo e vegeto, i commenti del pubblico a fine partita sono stati tutti positivi, la gente si è divertita” gli fa eco Flavio Pomogranato, uno degli altri promoter della NWL ”speriamo che questa partita sia servita per dare una immagine positiva del nostro movimento e la NWL possa continuare a crescere”. Un altro aspetto di cui sono particolarmente felici gli organizzatori è quello dell’integrazione sociale dei ragazzi immigrati che il baseball, e la NWL in particolare, stanno portando avanti “Oggi in campo avevamo 44 persone, tra giocatori ed allenatori, provenienti praticamente da tutti gli angoli del mondo” racconta Marco Mannucci, altro organizzatore della NWL “ persone con culture ed abitudini diverse ma che riescono a superare ogni barriera e parlare la stessa lingua grazie al baseball. Una cosa che anche il pubblico del baseball, a differenza di altri sport, sembra abbia capito. Come comitato organizzatore della NWL siamo davvero felici”.

Dopo la festa dell’ All Star Game le squadre della NWL torneranno in campo nel weekend dell’11 e 12 Giugno per disputare gli incontri decisivi al fine di fissare la griglia delle semifinaliste di questa fantastica stagione 2011.